Colleferro, i “giochi” di Sanna dove porteranno la cittadina casilina?

In questi giorni la cittadina di Colleferro è tornata al centro del dibattito regionale sui rifiuti dopo che la Sindaca Raggi ha dichiarato di voler tenere aperta la discarica di Colle Fagiolara per tutto il 2020. Il sindaco Sanna che ha basato la sua linea politica sull’ambientalismo, dopo la chiusura degli inceneritori ha puntato i piedi anche in questa occasione e venerdì sarà presente in aula Giulio Cesare insieme agli altri sindaci delle zone a sud di Roma con la fascia.

Ma una volta chiusa la discarica siamo sicuri che il tanto decantato Compound industriale o meglio fabbrica di riciclo dei materiali che dovrebbe nascere sempre a Colleferro non sia inquinante? dove sono le carte e le documentazioni che attestato che da quest’ultimi uscirà aria pulita?

In questo momento critico per il futuro della nostra città, noi cittadini dobbiamo aprire gli occhi e ascoltare per vedere e sentire le parole del “sindaco” Sanna che da qui a breve porterà Colleferro ad essere, comunque, un nuovo centro dei rifiuti. Dopo anni di riflessione per la politica siamo “topi” su cui si accanisce la sperimentazione di nuovi modelli industriali che si presentano sotto falso nome di economia circolare, dove a circolare oltre ai rifiuti c’è un giro di affari colossale.

La Valle del Sacco continua ad essere inquinata oltre che da privati anche dal pubblico. É partito il Consorzio Minerva, operatore pubblico nel settore dei rifiuti proprio come la società Lazio Ambiente Spa che invece la Regione Lazio ha deciso di dismettere.

Chi guadagna e chi perde da questa operazione?

Indubbiamente la politica, non l’economia, né tantomeno la nostra salute e il nostro ambiente perché per sopravvivere e realizzare i suoi (comodi) scopi (e non i nostri) dovrà investire nell’impiantistica senza che la società regionale sia effettivamente liquidata e che invece resterà in vita per realizzare il Compound.

A mancare non sarà la nostra attenzione che resta focalizzata sui prossimi sviluppi.

 

Katia Piacentini

 

 

Be the first to comment on "Colleferro, i “giochi” di Sanna dove porteranno la cittadina casilina?"

Leave a comment