Paliano, l’olio del frantoio tradizionale di Pacciano buono per casa

Il frantoio tradizionale anche se oramai è fuori moda per il gusto dell’olio venduto al pubblico è ancora un importante punto di riferimento per gli agricoltori che lo vogliono usare nelle loro case o magari in quelle dei loro parenti.

Siamo andati a visitare in località Pacciano a Paliano il frantoio di Mario Turella, lasciato in eredità dai suoi genitori,  che lo stesso porta avanti per la gioia degli agricoltori rimasti ancorati alle loro tradizioni. Un frantoio che abbiamo trovato molto pulito e curato che sta in piena attività con la massima garanzia di sicurezza, per loro stessi e per i clienti, dove la fatica manuale è ancora molto presente.

L’olio che ci ha offerto il sig. Mario lo abbiamo assaggiato con una bruschetta e ovviamente è quello vero extravergine di oliva, anche perché le olive sono state portate entro le 24 ore dalla raccolta e quindi molite con le due grandi ruote e poi la sansa ha fatto il tradizionale passaggio alla pompe dove è stata spremuta e quindi l’acqua mastra passata nel filtro dove viene separato l’olio dall’acqua.

Si vede che nella lavorazione c’è l’esperienza di chi svolge lo stesso lavoro da anni e lo fa con tanto amore verso tutti i clienti che ancora si vogliono servire di queste macchine storiche per la qualità dell’olio in vendita, ma molto importante per gli agricoltori che vogliono fare l’olio per casa tornare a gustare il loro olio, che pur prendendo troppa aria, è pronto per la casa dell’agricoltore di turno.

E’ vero che l’olio extra vergine di oliva non si riconosce dal colore ma dal sapore, in quanto deve essere amaro e piccante e gradevole allo stesso tempo. Anche questa è una lavorazione delle olive, antica si, ma ancora molto gradita ed il sig Mario vuole la porta avanti nonostante la fatica fisica si faccia sentire. Complimenti.

G.F.

Be the first to comment on "Paliano, l’olio del frantoio tradizionale di Pacciano buono per casa"

Leave a comment