Piglio, con la partecipazione di non meno di 20.000 persone si è chiusa la 46^ Sagra dell’Uva Cesanese

Con la partecipazione di almeno 20.000 persone nella tre giorni della 46esima Sagra dell’Uva Cesanese,si è chiusa a Piglio la grande festa, dove il  vino Cesanese DOCG  si poteva assaggiare in ogni angolo del borgo e dove la gastronomia ha fatto da padrona. Manifestazione favorita anche dal bel  tempo nonostante una leggera pioggerellina domenica sera.

Ma quello che più ha esaltato questa Sagra è stato il fatto che i bambini della quinta elementare, accompagnati dalla nuova preside Prof.ssa Gelsomina Raia, rimasta molto sorpresa ed impressionata dal lavoro fatto dai suoi alunni, hanno presentato alle autorità locali e ad un folto pubblico il loro territorio e l’esperienza che hanno avuto con un’azienda del posto la “Pileum”, che li ha accolti in tutte le fasi  della produzione delle uve e quindi sono entrati pienamente all’interno di questa Sagra, accompagnati anche dall’esperto enologo Domenico Tagliente che ha spiegato loro i 30 cloni di questa uva. Mentre i ragazzi della quarta elementare hanno realizzato un calendario con i lavori fatti.

In Comune c’è stata la discussione tra i Sindaci del comprensorio presenti all’incontro nel quale si è rimarcata la necessità di essere più coesi per le grandi iniziative ed è stato annunciato ufficialmente da parte del Consigliere Regionale Battisti il finanziamento per la manutenzione della pista ciclabile e il prolungamento  almeno fino al bivio di Olevano Romano di quella esistente visto che è stato finanziato anche il progetto di Paliano.

Questo è un appuntamento storico – ha continuato la consigliera regionale del PD  è ora di trovare intorno a queste grandi iniziative la chiave di sviluppo per costruire altre opportunità in favore di tutti i paesi”. Presenti il presidente della XII comunità Montana “Monti Ernici” Achille Bellucci, il  Sindaco di Anagni Daniele Natalia, di Fiuggi Alioska Baccarini, di Paliano Domenico Alfieri, di Serrone Giancarlo Proietti ed i rappresentanti comunali di Acuto e Sgurgola, tutti concordi nel trovare una via di sviluppo duratura  in comune.

Quindi dopo una mattinata istituzionale, peraltro conclusa con i vari concorsi sulle fioriture dei balconi, case e migliori giardini e negozi, nel pomeriggio la grande kermesse con sbandieratori, gruppi musicali, falconieri, che hanno attratto  le migliaia di  visitatori presenti a questa sagra che è di grande importanza. Da oggi parte la tradizionale vendemmia. Dobbiamo rimarcare il fatto che poca gente ha capito che non esiste l’Uva Doc o DOCG, ma esistono le bottiglie di Vino Doc e DOCG le quali per quest’ultime devono avere il collarino rilasciato dalla Camera di Commercio che ha certificato l’imbottigliamento del vino, dopo la segnalazione dello stesso produttore.

Giancarlo Flavi

Be the first to comment on "Piglio, con la partecipazione di non meno di 20.000 persone si è chiusa la 46^ Sagra dell’Uva Cesanese"

Leave a comment