Piglio, tutto pronto per accogliere le migliaia di persone della 46^ Sagra dell’uva Cesanese, piena di folklore e di enogastronomia

Tutto pronto a Piglio per la 46^ Sagra dell’Uva Cesanese, quest’anno tutto folklore ed enogastronomia che si svolgerà nei giorni 4-5-6 ottobre prossimi.

Come ogni anno, la cittadina del vino per eccellenza della Ciociaria, è pronta dunque ad ospitare la massa di persone che si riverseranno in città per degustare i vari piatti che prepareranno i vari  stand dislocati in ogni angolo del bellissimo borgo pigliese. Per trasportare le numerose persone che arriveranno a Piglio sono state istituite anche delle navette dai parcheggi in Loc. Torretta e San Giovanni e in località Mignano per chi proviene dagli Altipiani di Arcinazzo. Peraltro molto interessanti anche le visite programmate al Castello, nei giorni di sabato 5 dalle ore 13 alle ore 20 e Domenica 6 dalle ore 10,30 alle ore 13 e nel pomeriggio dalle ore 14 alle ore 20.

Tutto inizierà, ovviamente,  con l’apertura degli stand sia a pranzo che a cena nei tre giorni di festa e venerdì 4 ottobre in piazza Roma ci sarà anche l’esibizione dei Popularia che di fatto apriranno le “danze” del folklore pigliese. Mentre Sabato 5 sempre alle ore 21 in Piazza Roma ci saranno  I Brigallé. Il clou della manifestazione sarà domenica 6. Al mattino c ci saranno le premiazioni della manifestazione “Piglio in Fiore” e l’interessante convegno con la presentazione del progetto: “Valorizzazione del Territorio” ad opera delle classi V della scuola O. Bottini di Piglio, seguiranno i saluti istituzionali con le numerose autorità che interverranno e si comincerà con le sfilata dei Saltallara, il gruppo di Fiuggi e dei falconieri Romani.  Alle ore 16, arriveranno anche gli sbandieratori di Carpineto Romano che faranno una spettacolo itinerante. Mentre alle ore 21 gli Hernicantus termineranno la serata.

Simpatico lo slogan che accompagna la manifestazione: “ Chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere”.

Le raccomandazioni del Sindaco di Piglio Avv. Mario Felli, che invita tutti a “partecipare e soprattutto a bere con moderazione, perché è meglio degustare i vini  Cesanese che si producono in zona per sentire il vero gusto del territorio e assaggiare l’enogastronomia nei vari stand dov’è possibile trovare le vere tradizioni del posto, semplici e genuine. La Sagra deve essere una festa di allegria per dimenticare, almeno per un giorno, tutti le problematiche lavorative ecc. Piglio vi aspetta con il sorriso e il suo buon bicchiere di vino”.

Alla manifestazione organizzata dal Comune di Piglio hanno dato la loro adesione La strada del Cesanese, La Pro Loco, La Regione Lazio e la Coldiretti.

Giancarlo Flavi

Be the first to comment on "Piglio, tutto pronto per accogliere le migliaia di persone della 46^ Sagra dell’uva Cesanese, piena di folklore e di enogastronomia"

Leave a comment