Roma, a Mara Venier, Liliana Cavani, Mario Biondi, Danilo Rea e Manuel Bortuzzo la preziosa rosa di Assen Peikov del Premio Simpatia

Grande successo per la 49esima edizione dell’Oscar Capitolino, come sempre ricco di protagonisti della società civile ma anche, quest’anno, di eroi come Manuel Bortuzzo, che dopo il ferimento ha guardato avanti verso il suo futuro. Nonostante tutto. Così, a diciannove anni, senza più l’uso delle gambe, è tornato in acqua per allenarsi e puntare in alto.  E’ diventato, per questo, una sorta di eroe moderno. Un esempio di vita e di come non bisogna mai mollare. Ed è per tale incredibile coraggio che nella prestigiosa Sala della Protomoteca del Campidoglio, la giuria della 49esima edizione del Premio Simpatia ha consegnato la preziosa rosa di Assen Peikov al giovane nuotatore. E sono stati cinque interminabili e commossi minuti di standing ovation. “Il vostro amore mi da tanta forza”, ha detto il timido e audace sportivo.

Ma il particolare riconoscimento ha riguardato tanti altri personaggi. Tra le caratteristiche del popolare Premio c’è il “Simpatico d’Italia”, che quest’anno è andato ad un altro giovane coraggioso, il ventiduenne Riccardo Zaccaro, studente di Disegno industriale presso la Facoltà di Architettura della Sapienza, che ha salvato la vita di tre persone: un suicida e due anziani dal rogo di casa. L’ultimo gesto di assoluto altruismo questo angelo custode moderno l’ha compiuto in via Alfredo Fusco, alla Balduina, quando ha messo in salvo due anziani intrappolati dal fumo e dalle fiamme provenienti dall’appartamento sotto al suo. “Mi è sembrato un gesto normale”, ha spiegato il premiato tra lo stupore e l’apprezzamento generale. Insomma un ottimo esempio dei tanti talenti del belpaese che rappresentano il cardine, spesso dimenticato, del vivere quotidiano e che sono, come sempre, i protagonisti dell’originale kermesse. Tra un folto pubblico presente, ha presenziato la cerimonia il vice Sindaco, Luca Bergamo, con delega alla Crescita Culturale. Tra le poltroncine anche Fiorella Galgano, Alessia Tota e Guglielmo Giovanelli Marconi.

 Il Premio Simpatia, ideato dal celebre studioso della romanità Domenico Pertica, è diventato oramai uno dei simboli della Città Eterna e per questo definito “l’Oscar Capitolino”. Ricca e articolata la rosa dei premiati che hanno affollato le diverse categorie selezionate da illustri e noti giurati come Renzo Arbore, Giorgio Assumma, Pippo Baudo, Verdiana Bixio, Athos De Luca, Christian De Sica, Marisela Federici, Renzo Gattegna, Carlo Gianni, Nicola Maccanico, Simona Marchini, Alessandro Nicosia, Bruno Piattelli, Gigi Proietti, Carlo Verdone.

 L’evento, presentato da Paola Saluzzi e Pino Strabioli, ha premiato in primis le Forze dell’Ordine: per l’Arma dei Carabinieri, il Car. Sc. Vincenzo Di Rubbo e l’App. Marco Tortella. Per la Polizia di Stato: la Questura di Roma. Presente il Questore di Roma Carmine Esposito. Per i Vigili del Fuoco, Squadra 3/A “Turno A” VVF Roma. Per Polizia Locale Roma Capitale: l’I.P.L. Donatella Catena. Per letteratura, giornalismo e comunicazione Domenico Iannacone, Francesco Vecchi e monsignor Lucio Adrian Ruiz Segretario del Dicastero per la Comunicazione Santa Sede, gli scrittori Nicola Brunialti e Sara Vannelli. Per medicina e la ricerca la cardio-oncologa Irma Bisceglia, il direttore sanitario Fondazione Santa Lucia Antonino Salvia l’oculista Bernardo Billi, l’Istituto Medicina Rigenerativa (I.M.R). Per l’arte, lo storico dell’arte Claudio Strinati. Per la musica, il presidente dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia Michele Dall’Ongaro, il pianista jazz Danilo Rea, Mario Biondi e la cantante Syria. Per lo spettacolo, premi alla “Signora della domenica” Mara Venier, alla regista Liliana Cavani, l’irresistibile Mago Forest e Francesca Manzini. “Starei a sentire le vostre storie per ore”, ha detto la Venier dopo aver ricevuto il prezioso premio.

 Per lo sport, il nuotatore Manuel Bortuzzo. Per le storie, l’imprenditore Enzo Muscia, di Saronno, il direttore di Polizia moderna Annalisa Bucchieri e la prima donna pilota italiana: la novantenne Fiorenza De Bernardi. Per la solidarietà,  premi alla E.N.S.I, Ente Nazionale Sportivo Italiano, di promozione sportiva e sociale, e alla Onlus “Every child is my child”,  composta da artisti e presieduta da Anna Foglietta: a ritirare il premio Paola Minaccioni e Fabia Bettini. Per il management, Anna Fendi  e Tinny Andreatta, direttore di Rai Fiction. Per le tradizioni, la centenaria Antica Pizzicheria Ruggeri, a Campo de’ Fiori, e Pandiseta  (antica tradizione di San Leucio).

 La manifestazione, è stata aperta dalla fanfara degli sbandieratori del “Leone Rampante” di Cori, è stata patrocinata dall’Assessorato alla crescita culturale di Roma Capitale e dalla Regione Lazio.

 

Giancarlo Flavi

Be the first to comment on "Roma, a Mara Venier, Liliana Cavani, Mario Biondi, Danilo Rea e Manuel Bortuzzo la preziosa rosa di Assen Peikov del Premio Simpatia"

Leave a comment