Subiaco, rivissuti per tre giorni i fasti di Lucrezia Borgia, con banchetti, artigiani e costumi d’epoca (foto)

Lucrezia Borgia è tornata a “vivere” per il terzo anno a Subiaco grazie alla bellezza dei cortei storici borgiani e soprattutto alle rievocazioni storiche, duelli banchetti a palazzo. Rimesso a nuovo dall’amministrazione comunale il palazzo, nella bellissima piazzetta dell’orologio, è stato fatto un grande balzo indietro nel tempo,  perché sono state create atmosfere rinascimentali curate dalla Comunitas Sublacensis che ha voluto ricordare la storia e lo splendore della criticata e ammirata famiglia dei Borgia. Nell’anno del cinquecentesimo anniversario della morte il castello è diventato il centro di tutta la manifestazione, perché è diventato un teatro a cielo aperto

Il villagio sapientemente ricostruito ha riportato i visitatori nello scorso wee-end nel 400 dc tra artigiani, venditori e popolani: con un vero e proprio mercatino rinascimentale con artisti ed espositori provenienti da tutt’Italia, tra oggetti artigianali e prodotti alimentari del territorio.

L’evento più atteso è stato senza dubbio quello del pomeriggio di sabato quando nella sala del trono è stato ampiamente dibattuto il problema delle donne ma soprattutto di una delle donne più importanti della storia rinascimentale italiana. Lia Celi, Alessandra Necci, Claudio Strinati e Luigi Bisignani hanno raccontato lati noti e meno noti, tra falsi miti e aneddoti reali. In serata la grande cena rinascimentale nelle sale affrescate della Rocca, dove uno chef stellato ha riproposto i piatti della tradizione d’epoca.

Ma veniamo alla domenica giorno in cui abbiamo potuto ammirare la lunga e bella sfilata dei costumi delle città borgiane. I musici e sbandieratori di Monterotondo, Priverno, Nettuno, Paliano Antiqua e ovviamente quelli sublacensi che a piedi hanno attraversato tutto il paese fino alla Rocca Dei Borgia, dove ogni gruppo ha tenuto il suo spettacolo per un pomeriggio di colori e vestiti d’epoca sfoggiati con eleganza e bellezza e indossati da persone che credono fortemente in questa rievocazione.

Insomma, sono stati tre giorni, pieni di cultura di storia e vissuti uno intensamente per rilanciare il Palazzo Borgia, ma soprattutto per trovare i fondi per il restauro visto che dal 15 marzo 2015 la Rocca Abbaziale, meglio nota come Rocca dei Borgia è passata al Comune di Subiaco. Il giovane sindaco e tutta l’amministrazione comunale si stanno impegnando al massimo per trovare i fondi affinché si possa fare un restauro e chiedono un piccolo sforzo a tutti con una donazione sul CC postale n. 1025430362 intestato Comune di Subiaco Servizio tesoreria Causale. Fondo di liberalità Restauro Rocca Abbaziale. ­­//salviamoroccadisubiaco

Subiaco vi attende negli altri week eed di fine settembre 21-22 e 28-29 per farvi assaggiare due prelibatezze, sempre nella Rocca dei Borgia: Tartufo e Cioccolato.

Giancarlo Flavi

Be the first to comment on "Subiaco, rivissuti per tre giorni i fasti di Lucrezia Borgia, con banchetti, artigiani e costumi d’epoca (foto)"

Leave a comment