Una croce in legno dai detenuti di Paliano a Papa Francesco

dav

I detenuti (pentiti con reati mafiosi alle spalle) della casa di reclusione di Paliano hanno inviato al Santo Padre Francesco una croce in legno realizzata da loro per ringraziarlo della sua venuta di due anni fa in occasione del rito liturgico della “lavanda dei Piedi” del giovedì della Pasqua del 2017.

Un gesto veramente importante quello fatto dai detenuti di Paliano, che hanno sentito molto la visita del Santo Padre Francesco, che si è inchinato a baciare i piedi anche di un musulmano, che poi si sarebbe convertito al cristianesimo.

Quel lontano giorno di Aprile fu veramente importante per la città di Paliano, anche se il Santo Padre, non ha voluto incontrare nessuna autorità locale e provinciale ne tantomeno il Vescovo Sigalini, che peraltro era stato colto di sorpresa da questa visita, perché la richiesta, era partita da un detenuto argentino molto amico del Cardinale Bergoglio.

Diventato Papa, Francesco non ha dimenticato quella vecchia amicizia e così, cogliendo tutti di sorpresa è venuto nel carcere di Paliano, a salutare non solo il suo conoscente, ma tutti i detenuti, a dodici dei quali ha lavato i piedi. Per gli agenti in servizio è stata una grande emozione, poiché il Santo Padre li ha salutati uno alla volta e soprattutto per i detenuti che lo hanno accolto con molto calore.

Così, dopo due anni i detenuti non hanno voluto dimenticare quella visita e i falegnami che stanno seguendo i vari corsi di riabilitazione, hanno pensato bene di inviare una croce in legno speciale di olivo al Santo Padre per ringraziarLo della sua venuta e crediamo per non far dimenticare e lasciare nel vuoto quell’importante visita fatta bel mese di Aprile del 2017. La Croce è stata donata proprio quando il Santo Padre ha messo in guardia nella festa della polizia Penitenziaria che «la croce è un mistero d’amore» e che non può esserci «Cristo senza croce» né «croce senza Cristo». Una meditazione proposta significativamente proprio nella festa dell’esaltazione della Santa croce, giovedì 14 settembre, giorno in cui il Pontefice ha ripreso la celebrazione della messa a Santa Marta dopo la pausa estiva.

Un gesto quello dei detenuti molto apprezzato dal Santo Padre in Piazza San Pietro, tanto che li ha ringraziati a gran voce.

                                                         Giancarlo Flavi

Be the first to comment on "Una croce in legno dai detenuti di Paliano a Papa Francesco"

Leave a comment