Valmontone, grande successo per la tre giorni di enogastronomia “Armonie di Ottobre” il territorio nei piatti e nel bicchiere

Si è chiusa a Valmontone la manifestazione enogastronomica “Armonie di Ottobre” e “Tartufo più” dove è stato presentato in svariati modi dai ristoranti del posto  lo gnocco lungo di tritello e altre belle specialità nel meraviglioso palazzo Doria Pamphili.

Sono stati tre giorni intensi di degustazioni dei vini laziali e nazionali e di prodotti tipici dei monti predestini e dove  si è potuto vedere da vicino i funghi velenosi e quelli buoni  ma soprattutto si è potuto apprezzare il famoso tubero del tartufo laziale,  possibile da trovare in tutte le province  della regione.

Questa manifestazione, peraltro, è stata il culmine di un percorso durato, per i produttori di Valmontone  tutto l’anno. Dopo venti anni che esiste l’outlet e da dieci il parco divertimenti Rainbow Magicland, due forti attrattori turistici sui quali nessuno aveva creduto tranne il compianto ex sindaco  Angelo Miele. Meglio tardi che mai si può tranquillamente dire.

I ristoranti della città hanno presentato i lori piatti: La Valletta ha presentato lo gnocco lungo di tritello con funghi galletti, pomodorini piccadilly e salsiccia locale. Il Ciabba House ha presentato Tigelle croccanti ripiene di mortadella IGP, fonduta di Pecorino di Fossa dei monti prenestini e granella di pistacchio. Specus invece ha presentato: la Zuppa di porcini e cipolle stufate alle erbe aromatiche, crostini di tartufo locale e semistagionato Damigelli. Il Chicco d’uva il coniglio ripieno con zucca stufata. Elle et Lui: Baccalà sotto cenere, cipolla caramellata, crema acida, crumble di ciambelle salate all’anice. Tasciotto: fini fini con ragù di Chianina. Rosso di Vino Rocher di porchetta e ricotta al tartufo con crumble di ciambella scotolata su crema di zucca. Antica Cantina: Tagliolini  al cinghiale e tartufo. Olio, Sale e Pepe: La lasagna con carne selezionata “ Macelleria Attiani” e mozzarella Damigelli. La Collina: polpettine fritte di bufala e melanzane. Ar Solito Posto: Porchetta artigianale.  Peaky Pub  ha presentato il tiramisù con uova naturali delle Terre prenestine, Peaky Balls ( dolce).

Queste invece le aziende che hanno presentato i prodotti tipici:  L’arte della pasta all’uovo, Antichi sapori pasta fresca, Panificio Belvedere, Panificio Tofani, Panifico Martinozzi, Produttore Miele Imperioli, Macelleria Mattia, Macelleria carboni, Formaggi Fois, Caseificio azienda agricola Damigelli, Azienda agricola Pompa Americo farine Bio, Mario Tartufi e miele, Damigelli Formaggi e Azienda Agricola Beeos di Leonardo Attiani. Tutti hanno potuto dare dimostrazione della qualità dei prodotti presentati .

I tartufi, invece sono stati ampiamente illustrati  dal presidente dell’Unione Tartufi del Lazio. Interessante la presentazione de libro “Il Romanzo segreto” di Roberto Cipresso seguito con una degustazione di vini d’autore invece l’ultima sera molto apprezzato è stato lo show cooking di Paolo Gramaglia  (1 stella Michelen del ristorante president di Pompei). E’ stata questa una grande occasione per far vedere agli avventori della manifestazione i bellissimi affreschi  del Palazzo Doria Pamphili. Un bel programma che ha bisogno di essere ancor più pubblicizzato per attirare visitatori e turisti che hanno la doppia possibilità di poter stare un paio di giorni a Valmontone per fare shopping e divertirsi oltre a gustare l’arte del palazzo e soprattutto il nuovo piatto degli “gnocchetti di tritello” che hanno già avuto diversi riconoscimenti regionali.

Anche i numerosi vini presentati, nel cosi detto piano Nobile, sono stati trascinati dai titolari dell’enoteca locale Cianni

 Italo Adami

Be the first to comment on "Valmontone, grande successo per la tre giorni di enogastronomia “Armonie di Ottobre” il territorio nei piatti e nel bicchiere"

Leave a comment