Paliano, con i violini e il mosto di uva si è chiusa la bella esperienza musicale enogastronomica di “Concerti sulla Via del Cesanese” (video)

Il mostro dell’uva appena raccolto si è fuso con i violini e il clarinetto ed hanno chiuso, presso la  vigna della società Agricola Maria Elena Sinibaldi di Paliano, il bellissimo incontro musicale-enogastronomico promosso dall’associazione BMF di Serrone di sei “Concerti sulla Via del Cesanese”, in collaborazione della Regione Lazio – Autunno delle Meraviglie e con il patrocinio dei comuni di Serrone, Paliano e Piglio.

E’ stata certamente un bellissima esperienza che uno dei direttori artistici Antonello Timpani (video in basso) insieme al collega Massimo Ranieri, vogliono ripetere anche l’anno prossimo, visto il grande successo di critica e di pubblico che, nonostante gli ingressi contingentati per il covid 19,  ha avuto nei sei incontri. Si è iniziato a Serrone il 29 settembre in “piazzitella”, poi si è passati Piglio e quindi si è chiuso a Paliano, con altrettanti due concerti e quest’ultimo ha  presentato una  location davvero mozzafiato di Paliano che  ha chiuso in bellezza questa unica e bellissima iniziativa musicale ed enogastronomica, promossa per diffondere cultura, promuovere il territorio, valorizzare le specialità territoriali in particolare il vino Cesanese del Piglio  D.O.C.G, una eccellenza  perché fa parte dei 23 vini italiani riconosciuti e unica del Lazio.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

L’azienda Sinibandi ha presentato i suoi ottimi vini bianchi e soprattutto il vino rosso Cesanese DOCG Bivi e la Passerina e Genesta  bianco ( entrambe I.G.T.) che hanno estasiato i presenti alla fine del concerto con un vero aperitivo di vino i presenti insieme alla Ciambella serronese che ha chiuso la bellissima mattinata nella stupenda location. Qui sono state suonate alcune delle grandi opere musicali di L.van Beethoven e di V.A.Mozart sono state espresse magistralmente nel concerto tenuto dal “Quartetto d’archi Galileo” e Clarinetto con  da Brunella Bruni e Danil Misdt  ai violini,   Francesco Negroni viola, Maurizio Simonelli Violoncello  e Antonello Timpani Clarinetto che  hanno raccolto applausi a scena aperta tanto bello era il suono naturale, che ha evidenziato ulteriormente la musica e il bellissimo suono dei violini, di una mattinata favorita dal tiepido sole autunnale.

Il Quartetto ”Galileo” nasce dall’incontro di quattro musicisti, docenti e diplomati presso in Conservatorio “L. Refice” di Frosinone. Ha in seguito inserito altri eccellenti cameristi dando origine anche ad un ensemble, formato da 11 archi. Ha tenuto concerti in Italia e all’estero, riscuotendo consensi di pubblico e critica specializzata. Il suo repertorio spazia dal periodo classico a quello moderno, da Vivaldi ad Haydn, da Mozart a Beethoven, da Brahms a Bordin Shostakovich.

La cantina Sinibaldi, portata avanti da Maria Elena, nasce negli anni 60 e lei pazientemente per non far perdere i vitigni con un paziente lavoro di innesti e reimpianti è riuscita a conservarli. L’azienda è posta nella contrada di Santa Maria Pugliano è stata impiantata sul limitare di boschi di macchia mediterranea che la riparano da venti freddi del nord e gode di un’esposizione al sole assolutamente perfetta, una parte su collina di terra tufacea venata d’argilla, un binomio perfetto per terra e microclima e questo permette di ottenere un vino di qualità superiore, ripulito dai sapori erbacei e da possibili retrogusto asprigni. “ Coltivo le mie vigne– afferma la Sinibaldi – con tenacia, la curo e le porto a fruttificare con le conoscenze, gli insegnamenti e la passione ereditati dalla tradizione di famiglia”. L’azienda si trova in Via Bosco Castello, 33 a Paliano”.

Gli altri concerti sono si sono tenuti a Serrone, il 29 settembre con la “Frends Brass Quintet” in collaborazione  con l’azienda Agricola Rapillo; Sabato 3 ottobre a Piglio con il “Quintetto a  fiato Koch” in collaborazione con l’azienda Pileum; Invece domenica 4 sempre a Piglio con il “ Quartetto di Sassofoni L’age d’or” in collaborazione con il Casale Verde Luna. Sabato 10 Ottobre a Paliano con il duo pianistico a quattro mani con  i maestri D’Antò/Vittori; Domenica 11 invece si è andati a Serrone per il concerto in vigna all’agriturismo “Le Fattora” per una mattinata “piena d’acqua piovana”ma rallegrata dalle musiche “dell’Ensemble di Clarinetti”.

Giancarlo Flavi  

Be the first to comment on "Paliano, con i violini e il mosto di uva si è chiusa la bella esperienza musicale enogastronomica di “Concerti sulla Via del Cesanese” (video)"

Leave a comment