La Diurni si presenta alla stampa: “Aree industriali e ambiente, i due temi centrali per il rilancio della provincia di Frosinone”

Vicinanza alle aziende, soprattutto in questo periodo di emergenza Covid, attenzione alle aree industriali per puntare al loro rilancio, formazione, alleanza tra le province di Frosinone e Latina, ambiente, Sin e piano dell’aria, sono alcuni dei punti sui quali si incentrerà la presidenza di Miriam Diurni, nuovo Presidente di Unindustria Frosinone, che si è presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa.

Una delle peculiarità della presidenza Diurni la vicinanza alla base associativa aumentando l’ascolto degli associati e puntando su una maggiore partecipazione degli stessi, continuando a supportare le aziende nelle loro attività anche in periodi di difficoltà come quello che stiamo vivendo.

Le aree Industriali saranno quindi un altro punto sul quale si continuerà ad avere particolare attenzione al fine di studiarne le peculiarità, criticità e portare avanti dei progetti di rilancio sia dal punto di vista infrastrutturale che di vivibilità e competitività per le aziende che vi operano e per i lavoratori delle stesse. Ma anche pensando a semplici ma non scontati abbellimenti come aree verdi e non solo. Un primo risultato si è avuto per l’area industriale di Anagni con l’inaugurazione dei giorni scorsi del rifacimento dell’asse viario principale, ma l’attenzione di Unindustria non calerà fin quando anche le strade secondarie non riacquisteranno una loro dignità.

“L’11% dell’inquinamento della Valle del sacco arriva dalle industrie, mentre il restante 89% arriva dalla presenza dell’autostrada, dalle abitazioni e dai mezzi meccanici” cosi come affermato dal direttore Unione industriale di Frosinone Ricci

Si ricorda che sono previste sedici opere sulle infrastrutture ubicate nei territori comunali soci del Consorzio per lo Sviluppo Industriale di Frosinone per uno stanziamento totale di circa 13 milioni di euro.Si tratta di interventi che l’area industriale di Frosinone attendeva da tempo , che Unindustria ha sempre reclamato, e che  daranno impulso all’economia e migliori servizi alle imprese.

Per quanto riguarda la formazione, si porterà avanti e si svilupperà il progetto Its, l’Istituto Tecnico Superiore Meccatronico del Lazio, un percorso di formazione specialistico post diploma, nato dall’impegno di un gruppo di imprese associate del territorio di Frosinone e  Latina. E’ in corso, inoltre, il Progetto Autisti per aziende di trasporto, nato sempre per sopperire alla carenza di personale qualificato delle aziende del suddetto settore.

Sinergia sarà poi la parola chiave per un’alleanza fra i territori di Frosinone e Latina, che sviluppano insieme un milione di persone ed una serie di economie strategiche: dalla portualità, al manifatturiero, alla circular economy all’industria manifatturiera.

Ambiente e Piano Qualità dell’aria è poi un altro tema delicato sul quale Unindustria ha dedicato in questi anni molta attenzione, soprattutto per quanto riguarda la bonifica dei siti contaminati, vista la presenza sul territorio di un sito di interesse nazionale tra i più problematici d’Italia. Finora si sono  ottenuti importanti risultati a riguardo, testimoniati anche dalle recenti modifiche normative che recepiscono importanti proposte avanzate da Unindustria. Questi risultati vanno sicuramente nella giusta direzione, ma non sono sufficienti e il lavoro da fare è ancora tanto. Altro tema centrale è sicuramente quello della qualità dell’aria, il cui piano regionale di risanamento è all’esame della Regione proprio in questi giorni. “Noi – ha chiuso l’incontro la Diurni – seguiamo la strada di proporre Pigliacelli alla presidenza dalle camere di commercio di Frosinone-Latina”

GF

...continua la lettura dell'articolo >> https://www.frosinonetoday.it/attualita/frosinone-unindustria-prime-dichiarazione-presidente-diurni.html

Fonte: Frosinone Today